Bando di concorso ammissione allievi giudici alla Scuola di Formazione

27.3.2017 - IL CONSIGLIO DIRETTIVO FEDERALE

VISTA la richiesta di avvio di nuovi corsi per allievi giudici per le Specializzazioni FPA, FPL, Colore, Ondulati ed altri Psittaciformi, formulata dal Consiglio dell’Ordine dei Giudici con delibera contenuta nel verbale del 28 gennaio 2017;
VISTA la nota n. 28/ab/2017 dell’ordine dei Giudici, contenente la previsione programmatica esplicativa delle carenze nella forza organica che si realizzeranno nelle singole Specializzazioni di cui si compone l’Ordine dei Giudici per il periodo 2017-2022, per effetto del collocamento fuori ruolo dei giudici per raggiunti limiti di età;
VISTI gli artt. 52, 53, 54 e 55 del Regolamento dell’Ordine dei Giudici che disciplinano la Scuola allievi Giudici;
VISTA la ratifica del Consiglio Direttivo Federale disposta con verbale del 18 novembre 2016 con la quale si approva la delibera dell’Ordine dei Giudici di adottare la suddivisione della Specializzazione “OP” nelle sezioni “Ondulati” e “Altri Psittaciformi”;
RITENUTO di dover modificare le modalità di accesso all’Ordine dei Giudici secondo percorsi formativi maggiormente qualificati, rispondenti a logiche pià aderenti alla realtà fattuale che caratterizza l’odierno panorama dell’ornitologia collegata alle mostre espositive;
CONSIDERATA la necessità di dover dotare l’Ordine dei Giudici della necessaria copertura dei posti messi a concorso e di garantire una adeguata e rigorosa selezione,

DETERMINA
Art. 1
Posti a concorso
1. È indetto per il triennio 2017/2019 un concorso, per titoli ed esame, per l’ammissione di 29 allievi giudici al primo corso della Scuola di Formazione per Giudici.

2. Dei suddetti 29 posti:
a) n. 12 sono riservati per l’accesso alla specializzazione “Colore”;
b) n.   8 sono riservati per l’accesso alla specializzazione “Ondulati ed altri Psittaciformi”, di cui n. 4 nella branca “Ondulati” e n. 4 nella branca “altri Psittaciformi”;
c) n. 5 sono riservati per l’accesso alla specializzazione “FPL”;
d) n. 4 sono riservati per l’accesso alla specializzazione “FPA”.

3. Lo svolgimento del concorso comprende:
a) una prova scritta;
b) una prova pratica;
c) una prova orale;
d) la valutazione dei titoli.

4. Al termine del triennio gli allievi giudici dovranno sostenere un esame finale per il passaggio a giudice nazionale.

Art. 2
Requisiti e condizioni per l’ammissione al concorso
1. Possono partecipare al concorso gli aspiranti in possesso dei seguenti requisiti:
a) età non inferiore ai diciotto e non superiore ai cinquantacinque anni compiuti all’atto di scadenza del presente bando di concorso;
b) iscrizione quale socio allevatore ad un’Associazione F.O.I.-Onlus da almeno cinque anni;
c) aver partecipato quale espositore da almeno cinque anni in manifestazioni riconosciute F.O.I.-Onlus di soggetti della specializzazione per la quale aspira a diventare Giudice;
d) non aver ricevuto sanzioni disciplinari negli ultimi tre anni;
e) il titolo di studio della scuola d’obbligo;
f) non essere stato condannato in via definitiva per delitto non colposo punito con pena minima non inferiore ai due anni di reclusione o per i reati di cui agli artt. 727 e 727-bis c.p..

2. l requisiti sopra elencati saranno dimostrati documentalmente con dichiarazione dell’allievo giudice, sotto la sua personale responsabilità e dovranno essere mantenuti per tutto l’arco temporale della vigenza del corso.

Art. 3
Domanda di partecipazione
1. La domanda di ammissione - presentata in carta libera - per la partecipazione al concorso per il corso allievi giudici deve essere inoltrata al Consiglio dell’Ordine dei Giudici ed alla Segreteria federale (Via Caorsana, 94 - Località Le Mose - 29122 Piacenza) a mezzo raccomandata postale allegando curriculum personale ed ornitologico.

2. Tutti i candidati, le cui istanze di partecipazione siano considerate valide, sono ammessi al concorso, con riserva, in attesa dell’accertamento dell’effettivo possesso dei requisiti previsti. 1 L’ammissione con riserva deve intendersi fino all’ammissione al corso di formazione.

Art. 4
Elementi da indicare nella domanda
1. Il candidato deve indicare nella domanda:
a) cognome, nome, codice fiscale, sesso, data e luogo di nascita;
b) residenza italiana;
c) iscrizione, quale socio allevatore, ad un’Associazione F.O.I.-Onlus da almeno cinque anni;
d) partecipazione, quale espositore, da almeno cinque anni in manifestazioni riconosciute    F.O.I.-Onlus di soggetti della specializzazione per la quale aspira a diventare Giudice;
e) indirizzo di posta elettronica;
f) titolo di studio;
g) attestazione di assenza di condanna in via definitiva per delitto non colposo punito con pena minima non inferiore ai due anni di reclusione o per i reati di cui agli artt. 727 e 727-bis c.p.;
h) attestazione di assenza di sanzioni disciplinari negli ultimi tre anni;
i) possesso di titoli;

2. I candidati, inoltre, devono dichiarare nella domanda di partecipazione di essere a conoscenza che tutte le spese occorrenti per le attività che attengono al sostenimento dell’esame e della partecipazione al corso, qualora si risultasse idonei, sono a loro carico.

3. La domanda di partecipazione ha valore di autocertificazione e il sottoscrittore attesta, tra l’altro, di essere consapevole che, in caso di false dichiarazioni, incorre nelle sanzioni previste dai regolamenti federali e decadrà da ogni beneficio eventualmente conseguente al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera fornita.

Art. 5
Documentazione
1. Ai fini della verifica del possesso dei requisiti di cui all’articolo 2, la Segreteria della F.O.I.-Onlus provvederà a richiedere a tutti coloro i quali risulteranno vincitori del concorso i seguenti atti:
a) certificato generale del casellario giudiziale;
b) copia fronte/retro del proprio documento di riconoscimento in corso di validità;
c) titoli e documenti attestanti la partecipazione a mostre ornitologiche in qualità di espositori;
d) attestazione rilasciata dall’Associazione di appartenenza contenente la dichiarazione di assenza di motivi ostativi derivanti da mancato pagamento di crediti verso la stessa Associazione o condotte non consone tenute nell’ambito associativo.

2. Documenti incompleti o affetti da vizio sanabile sono restituiti agli interessati per essere successivamente regolarizzati, entro 15 giorni dal momento della restituzione.

Art. 6
Commissione giudicatrice
1. La commissione giudicatrice è nominata dal Presidente della F.O.I.-Onlus ed è presieduta dal Presidente dell’Ordine dei Giudici che giudica unitamente al Presidente di Collegio di Specializzazione ed un membro del Consiglio Direttivo Federale;

2. Per l’espletamento delle sue funzioni la commissione giudicatrice si può avvalere dell’ausilio di altri giudici della stessa specializzazione, preventivamente nominati dal Presidente della F.O.I.-Onlus. Essi potranno svolgere altresì l’attività di sorveglianza;
 
3. Gli ausiliari della commissione giudicatrice possono essere attinti anche dal ruolo dei giudici benemeriti.

Art. 7
Esclusione dal concorso
1. Con determinazione motivata del Presidente dell’Ordine dei Giudici, può essere disposta, in ogni momento, l’esclusione dal concorso dei candidati non in possesso dei requisiti di cui all’articolo 2.;

2. Avverso tali esclusioni, gli interessati possono produrre ricorso ai Probiviri entro 30 giorni dalla data della notificazione o della comunicazione.

3. I candidati, che non si presentano nel giorno e nell’ora stabiliti per sostenere le prove di ammissione al corso, sono considerati rinunciatari e, quindi, esclusi dal concorso.

Art. 8
Documento di identificazione
1. Prima della prova d’esame ciascun candidato devono esibire la carta di identità in corso di validità, oppure un documento di riconoscimento rilasciato da un’amministrazione dello Stato, purché munito di fotografia recente.

Art. 9
Luogo e data di svolgimento del concorso
1. Le prove per l’ammissione al corso allievi giudici si svolgeranno nel mese di settembre, in Piacenza,  presso la sede della F.O.I.-Onlus, nei giorni e negli orari che saranno pubblicati sul sito federale dopo la scadenza per la presentazione delle domande relative al presente bando di concorso.

Art. 10
Termini di presentazione delle domande
1. I candidati dovranno far pervenire le proprie domande di partecipazione al concorso con raccomandata con ricevuta di ritorno entro il termine del 30 giugno 2017. Ai fini della scadenza dei termini farà fede la data del timbro postale.

Art. 11
Modalità di svolgimento della prova scritta
1. La prova scritta consta di un questionario che verte su argomenti contenuti nei seguenti documenti e testi:
a) Statuto e Regolamenti F.O.I.-Onlus:
b) Codice deontologico del Giudice;
c) Criteri di giudizio;
d) Compendio di ornitologia per allievi giudici.
Precisiamo che lo Statuto e Regolamenti, il Codice deontologico del Giudice ed i Criteri di Giudizio (Standard) sono scaricabili dal sito federale, mentre il Compendio di Ornitologia per allievi giudici può essere acquistato previo richiesta alla .

2.Alla prova scritta è attribuibile un punteggio massimo di 30 punti. Ogni quesito, in ragione della difficoltà, avrà un valore compreso tra 0,25 punti e 1 punto.

3. Durante lo svolgimento della prova scritta non è possibile consultare testi di alcun tipo né i regolamenti su cui verte la prova; non è consentito, inoltre, l’uso di apparecchi telefonici e ricetrasmittenti o, comunque, di comunicazione, i quali devono essere obbligatoriamente spenti. I candidati che contravvengono a tali disposizioni sono esclusi dal concorso.

Art. 12
Modalità di svolgimento della prova pratica
1. La prova pratica consta nel riconoscimento e nel giudizio di n. 20 esemplari della specializzazione per la quale ci si è candidati.

2. Alla prova pratica è attribuibile un punteggio massimo di 60 punti, corrispondente ad un massimo di 3 punti per ogni esemplare. Il candidato dovrà individuare l’esatta denominazione degli esemplari sottoposti a prova di giudizio. L’errore nella denominazione determinerà un punteggio inferiore ai 3 punti in ragione della gravità dell’errore ed in base alla specializzazione. L’errore nel punteggio espresso non è considerato ai fini di questa prova, ma sarà oggetto di valutazione nella prova orale.

3. Durante lo svolgimento della prova pratica è possibile consultare testi e materiale informatico relativamente alla specializzazione “Altri Psittaciformi” per il riconoscimento di esemplari di grossa taglia; non è consentito, invece, l’uso di apparecchi telefonici e ricetrasmittenti o, comunque, di comunicazione, i quali devono essere obbligatoriamente spenti. I candidati che contravvengono a tali disposizioni sono esclusi dal concorso.

Art. 13
Modalità di svolgimento della prova orale
1. La prova orale verte su domande riguardanti i seguenti argomenti aventi attinenza con le funzioni del giudice:
a) la genetica afferente la specializzazione di competenza;
b) il codice deontologico;
c) il regolamento dell’ordine dei giudici;
d) il regolamento generale mostre;
e) i criteri di giudizio;
f) l’analisi ed il commento del giudizio espresso nella prova pratica.

2. Ciascun componente della Commissione giudicatrice formula al candidato una domanda ed attribuisce alla stessa un punteggio non superiore a 5 punti. Il punteggio conseguito dal candidato per la prova orale corrisponde alla somma dei punti attribuiti da ciascun commissario diviso il numero dei commissari.

Art. 14
Valutazione dei titoli
1. I titoli che possono essere valutati, per un massimo di 5 punti attribuibili, ai fini del concorso sono i seguenti:
a) piazzamento come primo classificato in un campionato mondiale o italiano;
b) pubblicazione di articoli ornitologici;
c) relazioni in convegni ornitologici.

Art. 15
Determinazione della graduatoria e ammissione al concorso
1. La graduatoria per l’ammissione al concorso è determinata dalla somma dei punti di merito conseguiti dai candidati per ciascuna delle prove indicate negli artt. 10, 11, 12 e 13. Sono ammessi al corso coloro i quali, in ragione del punteggio conseguito, risulteranno rientrare nel numero dei posti indicati nell’art. 1.

2. A parità di punteggio risulta primo colui il qualè è più giovane di età.

3. La graduatoria di merito sarà pubblicata sul sito della F.O.I.-Onlus entro la settimana successiva a quella di svolgimento dell’esame.

4. Detto avviso ha valore di notifica a tutti gli effetti e per tutti i concorrenti.

5. Il Consiglio Direttivo Federale, riceve l’esito del concorso dalla Commissione giudicante e ratifica l’iscrizione tra gli allievi giudici dei candidati che risulteranno vincitori di concorso. La Segreteria F.O.I.-Onlus, su attivazione dell’Ordine dei Giudici, provvederà al rilascio del tesserino di riconoscimento agli allievi giudici.

Art. 16
Norme comportamentali
1. Eventuali commenti o post denigratori sui social network o mediante altri mezzi di comunicazione circa la tenuta del concorso e gli esami finali saranno sanzionati con l’espulsione.

IL PRESIDENTE DELLA F.O.I.-ONLUS
               Antonio Sposito

Modello di domanda per il concorso per allievi giudici

Le domande devono essere indirizzate all'Ordine dei Giudici ed alla Segreteria F.O.I.-Onlus  e vanno trasmesse unicamente con raccomandata con ricevuta di ritorno presso la sede della F.O.I.-Onlus, sita in Piacenza, via Caorsana n. 94, Loc. Le Mose, cap 29122